L’emergenza sanitaria da COVID-19 che stiamo vivendo ci ha costretto a ripensare la nostra quotidianità e riprogrammare, a tutti i livelli, le nostre priorità. 
Anche ResViva coglie la sfida di questa crisi, non solo sanitaria ed economica, ma anche sociale e culturale, per offrire la propria lettura dal punto di vista dell’epistemologia e delle scienze del vivente.
In questa rubrica raccogliamo e pubblicizziamo le attività promosse e organizzate dai nostri membri.

 

 

  • Andrea Carlino, Maria Conforti, Virginia De Silva e Chiara Moretti hanno ideato e curato per il portale della Treccani la rubrica Storie virali, un laboratorio in cui voci diverse di antropologi, storici, filosofi, medici, epidemiologi, scrittori e artisti, hanno contribuito a una discussione critica dell’attuale crisi epidemiologica, spesso privilegiando un approccio comparativo tra passato e presente. Segnaliamo, in particolare, l’articolo di Maria, “Storie virali. Il ‘paese straniero’ della peste”, sulla gestione della peste del 1656
  • Per l’iniziativa “Storie a porte chiuse“, promossa dal Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano, Maria Conforti riflette in un video sulla storia delle malattie infettive fino all’Ottocento e sull’avvento della microbiologia, illustrando parte delle collezioni del Museo di Storia della medicina della Sapienza, di cui è direttrice. 
  • Roberto Gronda e Mauro Capocci intervengono sul problema della medicalizzazione dello spazio pubblico in Scienza & Pace Magazine (a cura del Centro Interdisciplinare Scienze per la Pace, Università di Pisa): link
  • Elena Gagliasso analizza il rapporto tra scienza e società alla luce della crisi sanitaria, rispondendo alla domanda Perché la Scienza, oggi?, in una nuova rubrica della casa editrice Codice: video.
  • Gilberto Corbellini, in un tributo allo storico della medicina Mirko Grmek, rilegge l’attuale pandemia in chiave di patocenosi e di epidemiologia evoluzionistica: Patocenosi di Covid-19
  • Silvia Caianiello collabora al progetto dell’Istituto per la storia del pensiero filosofico e scientifico moderno (CNR), “Pan/demía. Osservatorio filosofico’”, che intende offrire uno strumento di orientamento nell’attuale crisi sanitaria attraverso i contributi di storici e filosofi.